Amministrativo

Affidamento in house illegittimo se manca la convenienza economica

di Michele Nico

Risulta illegittimo l'affidamento in house di servizi, ove esso sia stato disposto in carenza del presupposto della convenienza economica rispetto agli oneri che la Pa avrebbe sostenuto con la relativa esternalizzazione. Il principio formulato dalla sentenza 17 dicembre 2015 n. 5732 del Consiglio di Stato, Sezione III , è lapidario e non lascia spazio a dubbi circa le modalità di impiego dell'in house providing a cura dell'ente pubblico.L'affidamento in house riveste carattere eccezionale rispetto all'ordinaria modalità di scelta ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?