Amministrativo

Appalti, l'errore informatico nella procedura non può discriminare il privato

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L'utilizzo di procedure telematiche nei procedimenti amministrativi non può violare i principi del favor partecipationis e della leale cooperazione tra privato e Pubblica amministrazione. Di conseguenza, il problema tecnico-informatico in cui possa eventualmente cadere la singola domanda di partecipazione ad una gara non può comportare l'esclusione del partecipante. Questo è quanto emerge dalla sentenza 1094/2015 del Tar di Bari che ha rimarcato la natura strumentale dell'informatica nell'attività della Pubblica amministrazione e la prevalenza dell'interesse pubblico a favorire l'ampliamento ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?