Amministrativo

Il fine dell'annullamento del matrimonio legittima l'accesso alla cartella clinica del coniuge

di Giulia Laddaga

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Va accolta l'istanza di accesso alla cartella clinica del marito, se finalizzata alla nullità del matrimonio innanzi al tribunale ecclesiastico. Tale fine, infatti, assume rango almeno pari alla tutela del diritto alla riservatezza dei dati sensibili relativi alla salute. Il Tar Lazio (sentenza n. 12590/2014) ha così accolto il ricorso proposto dalla moglie avverso il diniego di accesso alla cartella clinica del marito, affermando che il giudizio di annullamento del matrimonio involge un significativo diritto della personalità, con la ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?