Amministrativo

L’opera d’arte «paga» il fisco ma a prezzi stracciati

di Guglielmo Saporito

I debiti tributari possono essere saldati cedendo opere d’arte, ma occorre intendersi sul valore delle opere. Fa chiarezza il Tar Lazio (sentenza 4 dicembre 2014 n. 12266), dando peso alle stime dei tecnici del fisco. Le norme di riferimento sono quelle sulle imposte dirette (articolo 28-bis del Dpr 602/1973), con princìpi applicabili anche a quelle di successione (articolo 39 del Dlgs 346/1990). La contestazione decisa dal Tar riguardava un’opera del 1971 di Alberto Burri, «Bianco e nero», di problematica ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?