Civile

Colpa parziale se il cliente non nota l’hacker

di Antonino Porracciolo

Il correntista che utilizza il servizio di home banking non è tenuto a controllare a ogni accesso i singoli movimenti effettuati sul conto. Ma c’è un suo concorso di colpa se dopo ripetuti accessi non si avveda della sottrazione di ingenti somme. È quanto emerge da una sentenza del 3 novembre del Tribunale di Caltanissetta (giudice Gaetano Sole). La controversia scaturisce dalla richiesta di restituzionedi denaro, avanzata da una società nei confronti della banca presso cui era titolare di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?