Amministrativo

Invalidità della graduatoriase si viola l'anonimato

Giulia Laddaga

Fonte: Guida al Diritto Nei pubblici concorsi una violazione non irrilevante della regola dell'anonimato da parte della Commissione determina de iure la radicale invalidità della graduatoria finale. Lo ha chiarito il Consiglio di Stato con la sentenza 20 novembre 2013 n. 28 . Il fatto - La questione sottoposta all'attenzione dell'Adunanza Plenaria ha ad oggetto il rispetto dell'anonimato nei concorsi pubblici. In particolare, in merito alla selezione per l'ammissione al corso di laurea a numero ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?