L'USUFRUTTO SI ESTINGUE CON IL DECESSO DEL TITOLARE

LA DOMANDA Un padre, con atto notarile, dona ai figli la nuda proprietà della casa di abitazione, nella quale convive con la moglie, riservandosi l'usufrutto. Nell'atto nulla è scritto riguardo alla moglie. Alla morte del padre, la donna diviene ugualmente titolare del diritto di abitazione, ex articolo 540 del Codice civile?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?