PER L'ASCENSORE COSTI DIVISI TRA CHI È PROPRIETARIO

LA DOMANDA Circa quattro anni fa ho comprato un appartamento al primo piano di un condominio. Dopo due anni è stato installato un ascensore, ma - insieme ad altri condòmini – ho deciso di non partecipare alla spesa. Nella scorsa assemblea l’amministratore ha presentato un preventivo per adeguare l’impianto alle norme europee, dicendo che si tratta di interventi che non sono obbligatori, ma che servirebbero a garantire maggiore sicurezza ai residenti e anche agli estranei che usano l’ascensore. Proprio per quest’ultimo motivo, l’amministratore sostiene che i costi di adeguamento sarebbero a carico di tutti i condòmini, anche di quelli che non sono proprietari dell’ascensore. È corretto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?