IL COMUNE DEVE CERTIFICARE L'ESISTENZA DELLA LICENZA

LA DOMANDA Nel 1975 ho costruito un palazzina di due appartamenti più un negozio. Nel 1986 ho aderito al condono per la chiusura di un portico, per la quale mi era stato fatto un verbale, e in quella sede ho anche condonato parte del fabbricato, che era stato costruito più grande di quanto consentito. Il Comune mi ha rilasciato nel 1977/1978 l'abitabilità e, nel 2010, il permesso di costruire in sanatoria per "ampliamento di fabbricato". Ho scoperto che il fabbricato è irregolare, perché non trovo la licenza a costruire del 1975 e, quindi, non posso fare alcun atto. Il Comune non è in grado di fornire copie della licenza, perché in archivio il personale non è in grado di ritrovare i faldoni di alcuni anni. Faccio presente che ho il progetto con il visto di approvazione della commissione edilizia e con la firma del sindaco pro-tempore. La licenza a costruire, oggi, è fondamentale, ma in passato non è stata mai considerata dal tecnico del condono e dal Comune. Cosa devo fare?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?