IL DIRITTO DI ABITAZIONE NON SI EREDITA

LA DOMANDA Una donna, nubile e senza figli, ha la proprietà di un appartamento. A seguito di atto notarile ne cede, tramite donazione, il diritto di abitazione a un fratello, coniugato in regime di comunione di beni, e la nuda proprietà a un nipote (figlio di un altro fratello). Alla morte di colui che ha ricevuto il diritto di abitazione, tale diritto si trasferisce alla moglie del defunto o, trattandosi di un diritto personale, esso si estingue, ristabilendosi in questo modo la piena proprietà in capo al nudo proprietario?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?