POSSIBILE RINUNCIA ALLA COMUNIONE DEL MURO

LA DOMANDA Un immobile in muratura è posto a confine con un altro immobile, sempre in muratura, con muro comune. Uno dei proprietari demolisce il proprio immobile - a norma della legge 219/1981 - e, ricostruendo lo stesso in cemento armato, crea, come vuole la legge, il giunto tecnico di dilatazione; in questo modo, abbandona la comunione del muro comune. Può vantare diritti sul muro, che al momento si trova oltre il giunto tecnico e sorregge solo l'altro l'immobile, non oggetto di intervento sismico? Il muro rimane di esclusiva proprietà dell'altro immobile, considerato che tra i due edifici è stato creato il giunto tecnico, trattandosi di due strutture diverse?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?