ASTE, COMPENSI AL DELEGATO LIQUIDATI DAL GIUDICE

LA DOMANDA Nei primi mesi del 2015 ho partecipato a due aste immobiliari, aggiudicandomi due unità della stessa esecuzione immobiliare, suddivisa in 23 lotti, e delegata a un professionista. Le proprietà dei due immobili sono state trasferite e trascritte nei registri dell’ufficio tavolare, rispettivamente il 31 luglio 2015 e il 30 novembre 2015. Il 30 marzo 2017 ho ricevuto da parte del professionista delegato, visto il decreto di liquidazione emesso dal giudice dell’esecuzione, un preavviso di parcella per il compenso a lui dovuto, relativo alla fase di trasferimento della proprietà, così come previsto dal Dm 227 del 15 ottobre 2015. Chiedo se tale richiesta sia legittima, dal momento che le procedure di entrambe le aggiudicazioni erano state ultimate prima dell’entrata in vigore del Dm 227/2015.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?