PER LE CLAUSOLE ELASTICHE «PRECEDENZA» AL CCNL

LA DOMANDA Secondo l'articolo 6, comma 6, del Dlgs 81/2015, «le clausole elastiche prevedono, a pena di nullità, le condizioni e le modalità con le quali il datore di lavoro, con preavviso di due giorni lavorativi, può modificare la collocazione temporale della prestazione e variarne in aumento la durata, nonché la misura massima dell'aumento, che non può eccedere il limite del 25 per cento della normale prestazione annua a tempo parziale».Il Ccnl (contratto collettivo nazionale di lavoro) per i dipendenti del settore turismo e pubblici esercizi fissa questo limite al 30 per cento. Ma la gerarchia delle fonti non permette che un Ccnl deroghi alla legge, salvo espressa previsione. In questo caso, non trovando alcuna indicazione, all'interno del decreto citato, di una possibile deroga, il contratto collettivo citato deve adeguarsi al 25% indicato dal decreto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?