SERVITÙ DI PASSAGGIO E RAPPORTI CON ALTRI DIRITTI

LA DOMANDA Mio padre abita in una casa di sua proprietà che ha due ingressi: uno principale e indipendente, e uno al quale si accede da un cortile dove ci sono altre abitazioni. A quest'ultimo si accede dunque calpestando parti comuni, e alcune abitazioni hanno uno spazio davanti al proprio ingresso che viene usato dal singolo proprietario per parcheggiare l'auto. La casa di mio padre confina con un'altra abitazione, ma gli spazi davanti agli ingressi non consentono a entrambi di parcheggiare la propria auto. Fino a quando abitavo con i miei genitori, parcheggiavamo le nostre auto davanti a casa, in alternanza con i vicini. Ora sono oltre 14 anni che né i miei genitori, né mio fratello che abita con loro, parcheggiano davanti alla casa; mentre i vicini lo fanno abitualmente. Mio padre può correre il rischio che i vicini usucapiscano lo spazio davanti al suo ingresso e non gliene permettano più l'utilizzo?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?