ACCERTAMENTO PATERNITÀ, AMMISSIBILITÀ ELIMINATA

LA DOMANDA Il mio quesito riguarda l'accertamento di paternità. Nel 2002 il Tribunale ha emesso un decreto di inammissibilità per una domanda di dichiarazione giudiziale di paternità, ex articolo 274 del Codice civile. A maggio 2017 lo stesso Tribunale, rilevata la sopraggiunta incostituzionalità dell'articolo 274, a norma dell'articolo 269 del Codice civile accoglie la domanda, riconoscendo la paternità (dopo una prova del Dna positiva sulla salma riesumata del padre). Si può fare appello? Oppure si può ricorrere direttamente in Cassazione, visto che nel primo grado si è trattato poco di merito, e molto di diritto costituzionale?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?