PULIZIA DELLE SCALE, COSTI IN BASE ALL'ALTEZZA DEI PIANI

LA DOMANDA In seguito a una sentenza di ritenuta inefficacia del regolamento condominiale di natura contrattuale, depositato e trascritto, alcuni condòmini sostengono che le spese per il "servizio comune pulizie condominiali" vadano ripartite applicando l’articolo 1124 del Codice civile. Altri condomini sostengono che, nell'ipotesi di non applicazione del regolamento (che prevede la ripartizione di tali spese in base ai millesimi di proprietà), la ripartizione debba avvenire secondo la previsione ex articolo 1123, 1°comma, del Codice civile, in quanto - dalla Ctu allegata a una successiva sentenza che ci riguarda - risulta che la superficie condominiale di uso e godimento comune (vani e pertinenze), oggetto delle pulizie, è tre volte maggiore della superficie di uso e godimento differenziato (scale e pianerottoli), considerati i disposti degli articoli 1118 e 1119 Codice civile. Qual è il parere dell’esperto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?