SICILIA, L'ACCERTAMENTO DI CONFORMITÀ IN SANATORIA

LA DOMANDA Ho eseguito opere in cemento armato su un immobile esistente, riconducibili a manutenzione straordinaria. L'intervento è realizzabile in Sicilia presentando una Scia (segnalazione certificata di inizio attività) a norma dell'articolo 22 del Dpr 380/2001, modificato dall'articolo 10 della legge regionale 16/2016. Dovendo regolarizzare l'intervento eseguito (in altre parole, dovendo sanarlo), qual è la procedura corretta? Devo presentare un permesso di costruire in sanatoria, ex articolo 14 della legge regionale 16/2016, in modifica dell'articolo 36 del Dpr 280/2001, o una Scia in sanatoria, ex articolo 37 dello stesso Dpr?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?