LIBERA PROFESSIONE, 10 ANNI PER AGIRE CONTRO IL MEDICO

LA DOMANDA Alla nascita del proprio secondo figlio, avvenuta nel novembre 2010, i genitori apprendono che lo stesso era affetto da una grave malformazione cardiaca. Il ginecologo della coppia aveva sempre rassicurato la stessa delle buone condizioni di salute del feto; pertanto, non aveva prescritto alla madre neppure l'esame diagnostico dell'amniocentesi. Ci si chiede se, a distanza di più di sei anni dalla nascita, non essendo mai stata inviata al ginecologo una formale costituzione in mora, sia possibile intentare nei confronti dello stesso un'azione civile per responsabilità medica, dovuta alla perdita della chance dell'aborto e alla violazione dell'obbligo informativo. In particolare, nel caso di specie la prestazione libero professionale extra-moenia del ginecologo è riconducibile nell'alveo della responsabilità contrattuale oppure della responsabilità extracontrattuale, ex articolo 2043 del Codice civile, alla luce della legge 24/2017?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?