CADUTA SUL MARCIAPIEDI, RESPONSABILITÀ DA PROVARE

LA DOMANDA Un Comune ha costruito, da oltre 20 anni, un marciapiedi ad uso pubblico su parte di terreno privato. A pochi metri di distanza dal confine del marciapiedi, su proprietà privata, un pino marittimo, con le sue radici, ha sollevato l'asfalto del marciapiedi stesso, e in quel punto un pedone è inciampato, procurandosi lievi contusioni. Il pedone vuole il risarcimento del danno: chi è il responsabile? Il privato, perché le radici del suo pino hanno sollevato l'asfalto? O il Comune, che deve avere la responsabilità della manutenzione del marciapiedi pubblico?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?