TERMOVENTILAZIONE, ONERI A CHI SI GIOVA DEI LAVORI

LA DOMANDA Sono proprietario di un appartamento nel sottotetto di un condominio non costituito. L’alloggio ha continue infiltrazioni di acqua piovana, ogni volta che ci sono precipitazioni di una certa entità. Ho proposto ai condomini la ristrutturazione e riqualificazione energetica del tetto, attraverso la sostituzione della carta catramata con la guaina impermeabilizzante e l’isolamento termo ventilato del tetto, che garantisce maggior confort alle abitazioni sottostanti. Due condòmini (su quattro totali) vogliono partecipare alla spesa minima dell’impermeabilizzazione, ma non a quella della termoventilazione del tetto condominiale, perché non è di loro interesse. Cosa si può fare per imporre la scelta del risparmio energetico ed eseguire totalmente l’intervento di manutenzione straordinaria che dà ai condòmini la possibilità, tra l’altro, di beneficiare degli sgravi fiscali del 65 per cento.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?