SÌ A CONTRATTI SEPARATI CON L'APPALTATORE

LA DOMANDA In un condominio con quattro proprietari, senza codice fiscale e senza amministratore, avendo l'assemblea deliberato all'unanimità di effettuare lavori di manutenzione ordinaria/straordinaria sulle parti comuni, i singoli condòmini hanno stipulato, ciascuno per sé, un contratto con la ditta appaltatrice (seppure il contenuto di ciascun contratto sia identico a tutti gli altri) e intendono provvedere ai pagamenti di acconti e saldi con bonifici in favore della ditta sempre singolarmente. Ciò avverrebe in base alla tabelle millesimali approvate nella medesima assemblea che ha deciso i lavori. È corretta la procedura descritta?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?