L'AFFIDAMENTO «IN HOUSE» RICHIEDE MOTIVAZIONI

LA DOMANDA Una società consortile è partecipata al 40% da un consorzio di bonifica e per un altro 40% da un consorzio irriguo di miglioramento fondiario, mentre il restante capitale appartiene a due soggetti privati. I consorzi suddetti sono titolari delle concessioni a derivare per gli impianti idroelettrici del comprensorio e la società consortile li ha in concessione in virtù di una convenzione del 2008, sia per le centrali in essere che per quelle future del comprensorio.Attualmente, il consorzio di bonifica è titolare di una concessione di un impianto idroelettrico. Vorrei sapere se è applicabile, e in che forma, l'articolo 177, comma 1, del Dlgs 50/2016, per cui la realizzazione, costruzione e gestione della centrale vengono affidate alla società consortile, che dovrà mettere a gara le opere per almeno l'80 per cento.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?