UN SUPERCONDOMINIO PER IL PARCHEGGIO CONDIVISO

LA DOMANDA Due fabbricati attigui (A e B) fruiscono di un cortile comune, destinato a parcheggio auto per i rispettivi condòmini. Gli oneri gestionali - in seguito a vecchi accordi intercorsi tra i due amministratori - risultano a carico dei due fabbricati rispettivamente nella misura del 65% e del 35%. Attualmente, l'utilizzo risulta molto disordinato, principalmente a causa della mancata perimetrazione dei singoli posti e degli spazi di manovra, e a causa della insufficienza dei posti disponibili, per cui le auto rimangono bloccate da altre auto mal parcheggiate.Ciò posto, volendo operare una razionalizzazione delle regole di utilizzo, si chiede quali siano le corrette modalità per pervenire ad una delibera comune, tenendo presente che i due fabbricati sono costituiti complessivamente da circa trenta unità immobiliari, e in particolare se la prevalente proprietà millesimale del fabbricato A possa risultare determinante ai fini deliberativi.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?