IL COMODATO NON INCIDE SUGLI EFFETTI SUCCESSORI

LA DOMANDA Siamo due fratelli con genitori in vita. Il primo fratello si è spostato 25 anni fa lasciando casa dei genitori ed andando ad abitare dal coniuge; io mi sono sposato 20 anni fa e in accordo con i genitori abito un secondo appartamento di famiglia, in comodato d'uso gratuito (verbale). Ora stiamo cercando, con i genitori in vita, di dividerci le proprietà immobiliari.Vorrei capire se al fratello che è andato via per primo dalla casa dei genitori, di sua spontanea volontà, non godendo delle proprietà immobiliari, deve essere riconosciuto qualcosa in più visto che io ho goduto di un appartamento di famiglia per 20 anni.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?