ACQUA, SOTTOCONTATORI PER «SOTTRARSI» AI MILLESIMI

LA DOMANDA In una palazzina di tre alloggi eguali, due sono abitati dai proprietari, mentre il terzo, di mia proprietà, è stato affittato fino al 2016: per tutto il 2017, invece, sarà sfitto e totalmente disabitato. La palazzina non dispone di contatore parzializzato del consumo di acqua, e le spese relative al consumo di acqua (molto elevate) sono sempre state suddivise in proporzione al numero degli occupanti degli alloggi. Ora uno dei condòmini chiede che le spese dell'acqua relative al 2017 vengano ripartite secondo la tabella millesimale. Io non sono d'accordo, perché non mi sembra giusto che, non consumando acqua, debba pagare praticamente lo stesso importo chiesto a chi invece consuma l'acqua per 365 giorni, tra l'altro con un numero considerevole di persone che occupano gli alloggi. Qual è la risposta dell'esperto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?