IL GIARDINO DI PROPRIETÀ NON È SOGGETTO A VINCOLI

LA DOMANDA Sono proprietario di un appartamento con giardino ad uso esclusivo da oltre 10 anni. Quando il costruttore ha richiesto l'autorizzazione anticendio ai vigili del fuoco, gli è stata concessa, perchè l'uscita anticendio sbucava correttamente fuori dall'area garage. Successivamente, il costruttore ha delimitato i giardini ad uso esclusivo e l'uscita ora sbuca nel giardino di un condomino. Ora l'amministratore, che sta provvedendo al rinnovo del permesso anticendio, vorrebbe privarmi di un pezzetto di giardino per creare un vialetto comunicante con il giardino del mio vicino dove è ubicata la porta anticendio.Faccio presente che non vi sono altri giardini comunicanti con quello del mio vicino e si dovrebbe quindi passare per forza di cose dal mio. L'amministratore può obbligarmi a farlo? Posso essere risarcito?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?