LA TUTELA DEL PROPRIETARIO LESO NEI SUOI DIRITTI

LA DOMANDA Nel 2007 mio padre mi ha trasferito, con atto di donazione, la proprietà di un appartamento facente parte di un fabbricato, composto da altri appartamenti, tutti di proprietà dei miei fratelli e dei miei genitori.Nell'atto, l'appartamento viene donato con tutte le sue pertinenze e servitù attive e passive. Ora è accaduto che nel 2013, a causa di cattivi rapporti con i miei familiari, mia madre e i miei fratelli abbiano deciso di impedirmi l'uso del cortile condominiale. Preciso che anche se non scritto nell'atto di donazione, mio padre chiese a me e agli figli di non parcheggiare le macchine nel cortile perché serviva a lui per parcheggiare i mezzi della sua impresa, finché avesse lavorato. Dal 2013 mio padre, colpito da ictus, non lavora più, ma i miei fratelli, i quali sono entrati in possesso delle chiavi del cortile lo utilizzano, impedendo l'accesso solo a me. Come posso tutelarmi?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?