DUBBI SULLA REITERAZIONE DEL PERIODO DI PROVA

LA DOMANDA Un lavoratore - che era stato inizialmente assunto con contratto a tempo determinato, della durata 12 mesi, in un'azienda interamente partecipata da Comuni (contratto collettivo nazionale di lavoro gas e acqua) - ha vinto il successivo concorso bandito dalla stessa azienda per identici ruolo, funzione e inquadramento, ma con durata a tempo indeterminato. Avendo già lavorato per la stessa azienda 12 mesi, è corretto continuare a considerare il periodo di prova, previsto per sei mesi di effettivo servizio, o questo periodo va considerato assolto nel periodo già svolto? Nel caso, come vanno conteggiati i sei mesi?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?