AMMINISTRATORE IN GIUDIZIO PER LA DELIBERA CONTESTATA

LA DOMANDA Con delibera assembleare adottata a maggioranza è stato previsto di vietare l'esercizio dell'attività di bed and breakfast negli appartamenti dei condòmini. Da uno dei condòmini è stata eccepita la nullità della delibera in quanto, incidendo sulla libera disponibilità di beni di proprietà, avrebbe dovuto essere adottata con l'unanimità dei consensi. Il condomino dissenziente ha citato in giudizio oltre all'amministratore anche i singoli condòmini che hanno approvato la delibera. È giusta la procedura adottata? O si doveva citare il solo amministratore del condominio?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?