DANNI ALL'ALLOGGIO VICINO, UNO STOP DALLA FRANCHIGIA

LA DOMANDA Il condomino proprietario dell'alloggio sottostante al mio si è trovato nella necessità di chiedere un intervento a un tecnico per una caldaia (ogni condomino ha il riscaldamento autonomo) non più funzionante. Il tecnico ha imputato il danno a me, in quanto le perdite d'acqua provenienti dalla mia caldaia avrebbero danneggiato la caldaia sottostante; di conseguenza, il tecnico ha effettuato delle riparazioni anche alla mia caldaia. Ho chiesto all'amministratore se i costi sostenuti (da me per l'intervento sulla mia caldaia, 140 euro, e dall'altro condomino per l'intervento sulla sua, 170 euro) potevano essere indennizzabili tramite polizza del condominio, ottenendo risposta positiva. Ma il perito della compagnia assicurativa ha comunicato all'amministratore che, sulla base dell'esistenza di due distinte franchigie da 150 euro, a me non spettava alcunché, mentre l'altro condomino avrebbe ricevuto 20 euro. Ora l'amministratore mi comunica che entrambe le franchigie sono a mio carico e, quindi, il condomino pretende da me il risarcimento del suo scoperto di 150 euro.Qual è il parere dell'esperto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?