CONTESTABILE LA SPESA DECISA UNILATERALMENTE

LA DOMANDA L'amministratore del condominio - d'accordo con i consiglieri, ma senza avere ricevuto alcun mandato dall'assemblea, che non è mai stata interessata al problema - ha fatto installare un impianto di videosorveglianza (dotato di tre telecamere) posto nell'ingresso principale, lasciandone, tra l'altro, privi gli ingressi secondari e realizzando, a mio avviso, un impianto del tutto irrazionale e inefficiente. I condòmini sono stati informati dall'amministratore - a lavori già compiuti - con una circolare nella quale veniva indicata una spesa tutt'altro che trascurabile. Ci si chiede, ora, se la spesa per l'installazione arbitraria possa essere respinta dai condòmini e "scaricata" solo su chi ha fatto realizzare l'impianto.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?