I PALETTI ALL'ASCOLTO DEL BAMBINO «UNDER 12»

LA DOMANDA Mia figlia e il suo ex compagno stanno seguendo, obbligati dal presidente del Tribunale dei minorenni, un percorso di mediazione in uno studio legale, per tentare di placare l'alta conflittualità alimentata dal padre del bambino, che vuole modificare i diritti di entrambi i genitori, stabiliti nel provvedimento dello stesso Tribunale a marzo del 2013. Il padre chiede che il piccolo, di cinque anni, rimanga con lui nei fine settimana dal venerdì, saltando i due incontri pomeridiani settimanali stabiliti dal giudice. Mia figlia ritiene che gli incontri con il padre debbano avere maggiore frequenza, rispettando il provvedimento citato. I mediatori hanno disposto di ascoltare il bambino e di fare scegliere a lui. Possono farlo, data l'età del bambino? Poiché mia figlia ha constatato che, dopo gli incontri con il padre, il piccolo torna a casa destabilizzato, non vorrebbe metterlo di fronte a una scelta che gli creerebbe problemi.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?