MALATTIA: INTEGRAZIONE A CARICO DEL DATORE

LA DOMANDA Il Ccnl nettezza urbana prevede - in caso di malattia - un'integrazione a carico dell'azienda di quanto il lavoratore percepisce in forza di disposizioni legislative, fino al raggiungimento della retribuzione globale netta, aggiungendo poi che il lavoratore avrà diritto all'intera retribuzione globale mensile netta per tutto il periodo di comporto. Ma, quanto deve riconoscere il datore di lavoro se nell'anno solare il lavoratore supera 180 giorni di assenza per malattia e, pertanto, termina il trattamento Inps, ma non ha ancora raggiunto i termini di conservazione del posto? Deve riconoscere il 100% della retribuzione totalmente a proprio carico?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?