L'EFFETTO DELLA MANCATA CONVOCAZIONE DI TUTTI

LA DOMANDA Un anno fa è stata nominata amministratore una persona a sua insaputa, che via telefono accettò l'incarico (a verbale). Ora, il vecchio amministratore, senza alcun accenno al periodo intercorso, ha convocato l'assemblea. Ho osservato che doveva essere il nuovo amministratore a firmare e inviare la convocazione e che il vecchio non era legittimato a ciò, e che anche in caso di dimissioni il nuovo doveva comunicarle all'assemblea da lui stesso convocata. Si è dunque proceduto all'assemblea nella quale viene scritto che «l'assemblea si è costituita in quanto la persona nominata nel 2015 aveva comunicato per le vie brevi che aveva deciso di non poter accettare tale incarico per motivi personali; questa sua decisione è stata formalizzata per iscritto in data odierna». Il vecchio amministratore è stato nominato nuovamente. Nel verbale non viene detto che la prima convocazione è andata deserta né che tutti sono stati convocati. Come dev'essere considerata l'assemblea?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?