LE SPESE ARRETRATE NELL'ACQUISTO ALL'ASTA

LA DOMANDA Vorrei chiedere chiarimenti in merito al riparto di spese condominiali, post aggiudicazione asta immobiliare. Si dà per certo che il nuovo aggiudicatario-proprietario debba pagare le spese condominiali dell'anno in corso e del precedente rispetto al decreto di trasferimento dell'immobile, con diritto di rivalsa ex articolo 1299 nei confronti del vecchio proprietario. La domanda è: se l'amministratore ha portato in rendiconto ogni anno le spese non pagate arretrate del vecchio proprietario, il nuovo proprietario dovrà pagare queste che risultano a bilancio (che potrebbero essere appunto ingenti, se accumulatesi negli anni), oppure il condominio potrà esigere da lui semplicemente la quota ordinaria (ed eventualmente straordinaria) annuale del condominio, sempre riferita all'anno precedente e a quello in corso?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?