DISABILI, SI PUÒ CHIEDERE IL VERBALE DI ACCERTAMENTO

LA DOMANDA L'articolo 10 del Dl 151/2015, che ha modificato l'articolo 13 della legge 68/1999, ha determinato una distinzione tra la varie categorie dei disabili, in particolare con condizioni più vantaggiose in termini di incentivi per i lavoratori portatori di disabilità intellettiva e psichica. I lavoratori, generalmente, sono in possesso di una certificazione di invalidità che indica solo la percentuale di riduzione della capacità lavorativa, ma non viene indicata (per ovvi motivi) la diagnosi. L'azienda, pur essendo in possesso del nullaosta per l'assunzione, non conosce la specifica diagnosi dell'invalido e, quindi, non ha alcun elemento certificato in questo senso. Il timore è quello di incorrere nel rischio di un eventuale recupero contributivo qualora la disabilità non sia di tipo psichico. Come deve comportarsi un'impresa in queste situazioni?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?