IL RIFACIMENTO DELLA FOGNA CON ADDEBITO PARZIALE

LA DOMANDA Abito in un condominio di nove ville a schiera, facente parte di un supercondominio composto da sette condomìni. Esiste un originario regolamento contrattuale "generale", precedente allo scioglimento in sette condomìni separati. Il regolamento è contrattuale ed è richiamato in atto in maniera generica. All’articolo 2 vengono definite le parti comuni a tutti i sette lotti, mentre all’articolo 3 vengono definite le parti di proprietà dei singoli lotti, tra cui il tetto, le canaline di scolo e la fognatura. L’articolo 18 stabilisce che tutte le spese vanno ripartite in base ai millesimi generali. L’articolo 1123, comma 3, del Codice civile, dal suo canto, fa riferimento al condominio parziale, qualora alcune parti servano solamente una parte dell’edificio, mentre il comma 1 le imputa a tutti in proporzione ai millesimi, salvo diversa convenzione. Il condominio ha più tetti e linee/colonne fognarie. È necessario il rifacimento di un tratto di fogna usato solo da una parte dell'edificio. Chiedo se gli articoli 3 e 18 del regolamento, da me citati, sono qualificabili come una diversa convenzione, che obblighi tutti e nove i condòmini a pagare, o se prevale l'articolo 1123, comma 3, del Codice civile.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?