LA PENALE NON RICADE SUI CONDÒMINI IN REGOLA

LA DOMANDA In un contratto di appalto stipulato con il condominio, l'appaltatore, uniformandosi al nuovo articolo 63 delle disposizioni di attuazione del Codice civile, ha accettato la clausola relativa alla rinuncia alla solidarietà, con l'effetto che per il recupero del credito potrà agire solo nei confronti dei morosi. Tuttavia, è stato pattuito che il ritardato pagamento determinerà l'applicazione di una penale e la decadenza dal ribasso d'asta, effetti che ricadranno, per coordinamento con la clausola di rinuncia alla solidarietà, solo sui morosi. In tal caso il decreto ingiuntivo per chiedere la quota del credito, aumentata per effetto della penale e decadenza dal ribasso d'asta, andrà richiesto nei confronti di ciascun moroso o sempre nei confronti del condominio, salve le successive esecuzioni nei confronti dei morosi?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?