LA CHIUSURA DEL PORTICO DÀ AUMENTO DI VOLUME

LA DOMANDA Sono un architetto e mi trovo a combattere con l'ufficio tecnico del comune. La questione riguarda la richiesta di permesso di costruire per la chiusura di un porticato con "Piano casa" su un edificio esistente regolarmente autorizzato con concessione in sanatoria.L'ufficio mi contesta la mancanza di rispetto, della porzione di porticato oggetto di chiusura, dalla strada vicinale (mt. 20) parlando di carico urbanistico e quindi di rispetto della distanza dalla nuova volumetria alla strada. Di fatto, il porticato esistente si trova già ad una distanza inferiore a quella di legge. La chiusura del porticato non modifica la distanza del manufatto dalla strada, quindi chiedo a voi un parere.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?