IN ASSEMBLEA LE CRITICHE ALL'AMMINISTRATORE

LA DOMANDA Gradirei sapere se si incorre nel reato di diffamazione dell'amministratore inviando a ciascun condomino, in busta chiusa, oltre che personalmente all'amministratore, un'informazione su tutta una serie di irregolarità da lui commesse, sia nel corso dell'esercizio (tralasciando per esempio di dare esecuzione ad una regolare delibera) che nel corso dell'assemblea annuale verbalizzando frequentemente "ad unanimità, l'assembea ha deciso", quando poi si scopre nel riepilogo delle votazioni (che non viene mai inviato ai condomini) ma che solo io chiedo regolarmente di avere, la mancanza frequente dei quorum previsti dalla legge. Non verrebbe usato nessun termine offensivo, ma certamente verrebbe messa in evidenza (per il fatto stesso dell'informazione) una notevole leggerezza ed approssimazione. Si rientra nel diritto di critica?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?