PERMESSI EX LEGGE 104: SESTO GIORNO «MAGGIORATO»

LA DOMANDA Sono un lavoratore dipendente con contratto a tempo indeterminato (Ccnl trasporto merci). Fruisco della legge 104/1992 per mio figlio. Secondo il contratto, la mia settimana è composta da 39 ore settimanali su cinque giorni lavorativi: se dovessi lavorare sei giorni senza un riposo (quindi da lunedì a sabato), la sesta giornata dovrebbe essere riconosciuta con la maggiorazione del 50 per cento, ma l'azienda non intende riconoscermi questo diritto nelle settimane in cui, per un giorno lavorativo, fruisco della legge 104 citata, dicendo che tale giorno è figurativo, non sono presente sul posto di lavoro e, quindi, nessuna maggiorazione mi è dovuta.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?