I LAVORATORI IN TRASFERTA E I TRASFERTISTI

LA DOMANDA Pongo un quesito in ordine al trattamento contributivo e fiscale della trasferta erogata ai dipendenti nel settore edilizia, industria e installazioni di impianti. Ai medesimi dipendenti, nella lettera di assunzione, viene indicata come luogo di lavoro la sede legale dell'impresa, ma spesso operano nei diversi cantieri dislocati sul territorio nazionale.Il Ccnl (contratto collettivo nazionale di lavoro) loro applicabile prevede che venga corrisposta una indennità di trasferta variabile, in base alla distanza del cantiere, e solo nel caso in cui il dipendente non operi nella sede di assunzione. Nel caso esposto, si dovrà applicare la normativa sulla trasferta o quella dei trasfertisti?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?