L'ABITAZIONE ABUSIVA COSTRUITA IN ZONA AGRICOLA

LA DOMANDA Nel 2008 è stato rilasciato dall'ufficio competente del comune un permesso di costruire in zona agricola (E) per la realizzazione di un magazzino-deposito di attrezzi agricoli. La costruzione veniva regolarmente accatastata "in corso di costruzione". Successivamente il fabbricato è stato completato variando la destinazione d'uso da magazzino-deposito ad abitazione civile, senza chiedere la prescritta autorizzazione. Il proprietario, che non è imprenditore agricolo, intende sanare tale situazione sia al catasto che al comune: quali gli adempimenti e a quali sanzioni potrà andare incontro?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?