AMMINISTRATORE: I COMPENSI RISULTANO DAL VERBALE

LA DOMANDA Nell'assemblea annuale, quando si delibera il rinnovo dall'incarico all'amministratore, questi, nel redigere il verbale indica la seguente formula «come da votazione allegata, la maggioranza rinnova il mandato al signor ... con compensi e rimborsi spese come da distinta allegata all'originale del presente verbale ai sensi della legge 220/2012, articolo 1129 del Codice civile». Tale distinta non viene allegata ad ogni copia del verbale inviato qualche settimana dopo ai condomini, ma resta allegata all'originale che rimane quindi presso l'amministrazione. All'atto della delibera per il rinnovo, i condomini non sono pertanto in grado di conoscere l'entità degli emolumenti. L'amministratore afferma che «gli emolumenti sono sempre gli stessi dell'anno precedente e che i condomini che desiderano conoscere quelle spese possono sempre richiedere tale distinta». Contrariamente a quanto afferma l'amministratore mi sembra che ci sia volazione dell'articolo 1129 del Codice civile.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?