L'ANTICIPO DEL TFR PER L'ACQUISTO DELLA CASA

LA DOMANDA Sono dipendente di una ditta privata; ho richiesto l'anticipo del Tfr per l'acquisto della prima casa; ho un'anzianità di più di 8 anni. La ditta ha risposto che la società non può in alcun modo evadere eventuali richieste di anticipazione di Tfr «a motivo della recente operazione di acquisizione delle quote, comportante una notevole esposizione economico finanziaria ed atteso che sono in corso pagamenti di Tfr per dipendenti che si sono dimessi all'indomani di detta operazione, con rilevante anzianità e pertanto importo di Tfr». I dipendenti di cui si parla sono 2 e si sono licenziati volontariamente. Pertanto non si tratta di anticipo di Tfr, ma di trattamento di fine rapporto. Non ci sono richieste di Tfr di altri dipendenti. Può l'azienda rifiutarsi di concedermi il Tfr?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?