SE IL MURO SEPARA DUE FONDI POSTI AD ALTEZZE DIVERSE

LA DOMANDA Un condominio è dotato di un cortile condominiale comune sotto il livello strada, costituito da uno sbancamento del terreno che c'era precedentemente a piano di campagna e da un muro che trattiene la terra del proprietario del terreno adiacente allo sbancamento, che ha mantenuto il suo a livello strada, come era originariamente. Su questo muro sono stati fatti dei fori, a un'altezza di circa 70 centimetri, per permettere al terreno confinante di drenare l'acqua piovana che vi si riversa e limitare la spinta del terreno bagnato sul muro. A distanza di anni, il lato del muro che costituisce la delimitazione del condominio necessiterebbe di ritinteggiatura, cosa non richiesta nell'altro lato, interamente coperto dal terreno che sorregge.Si chiede se il costo dev'essere sostenuto dal condominio o dal proprietario del terreno adiacente al quale il condominio ha effettuato lo sbancamento, e che serve a trattenere il suo terreno.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?