CALDAIA PIÙ PICCOLA A CARICO DEI NON DISTACCATI

LA DOMANDA Il nostro palazzo, costruito nel 1958, ha 19 alloggi più un garage commerciale al piano terreno e, per quanto riguarda le abitazioni, è servito dal riscaldamento centralizzato. I proprietari di quattro-cinque alloggi hanno già l’impianto "orizzontale" per il riscaldamento autonomo e potrebbero chiedere il distacco da quello centralizzato, cosa che potrebbe anche indurre altri a seguirli su questa strada. Se, a quel punto, si installasse una caldaia più piccola, con termovalvole, contabilizzatori, centralina, tra chi andrebbero suddivise le spese? Se invece il distacco non avvenisse, c'è solo l'obbligo di mettere le termovalvole e, eventualmente, i contabilizzatori, con la centralina sulle scale? Se qualche appartamento resta vuoto, il proprietario ha la possibilità di chiudere il riscaldamento e, in questo caso, cosa dovrebbe comunque pagare?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?