LA VIA DELLA DONAZIONE PER «LIBERARSI» DELL'AREA

LA DOMANDA Sono residente a Milano da moltissimi anni.Alla morte di mio padre (35 anni fa) ho ereditato (tramite atto di successione), unitamente ad altri piccoli possedimenti che nel frattempo ho venduto, un piccolissimo appezzamento di terreno (uso pascolo, reddito dominicale 2 euro, agrario 0,65).Il terreno si trova in un piccolo comune dell’Italia meridionale, dove sono nato, ma essendo emigrato da piccolo non so esattamente dove sia e/o chi lo possieda. Vorrei rinunciare alla proprietà per non lasciare il problema ai miei figli. Come posso sbarazzarmi di questo terreno?

A seguito del decesso, i chiamati all'eredità possono decidere di accettarla ovvero di rinunciare alla medesima; non è tuttavia possibile rinunciare o accettare soltanto ad una parte dell'eredità.Nel caso di specie, l'eredità - sulla base delle indicazioni fornite - risulta accettata; per liberarsi dell'appezzamento di terreno è necessario cederlo, a titolo oneroso o gratuito, a terzi.

Da: Banca Dati Legale


Per una ricerca più ampia consulta tutti i quesiti del rinnovato servizio dell’Esperto risponde

L’Esperto risponde