DUE SOLI CONDÒMINI, SERVE COMUNQUE IL CODICE FISCALE

LA DOMANDA Un minicondominio, nato da una divisione tra due precedenti comproprietari, non nomina un amministratore, ma individua uno dei condòmini come referente, senza compenso. Le utenze sono già intestate allo stesso referente, che provvede anche al pagamento delle altre spese correnti con fatture a lui intestate, ed effettua a fine esercizio la ripartizione in base ai millesimi di proprietà. È obbligatorio chiedere il codice fiscale per il condominio o si può operare con il codice fiscale del referente? In tale caso, rimarrebbero a carico del condominio (referente) delle incombenze fiscali?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?