ALIENAZIONI ONEROSE PER EVITARE IMPUGNAZIONI

LA DOMANDA Mia madre, di 85 anni, ha una casa di proprietà e, sei anni fa, ne ha ceduto una quota del 25% alle mie due figlie. Ora vorrebbe donare loro il restante 75 per cento, con il mio consenso (sono figlia unica). Essendo io gravata da debiti nei confronti di due banche, è possibile procedere senza che queste ultime facciano rivalsa, invalidando la donazione? Altrimenti, esiste un'altra forma che tuteli la cessione della casa alle figlie?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?